23.2.07

Viva l'Italia(.it)

45 milioni di euro per un logo che sarebbe andato bene anche alla Nuova Zelanda (vedi la forma della "t"), un sito lentissimo da caricare con inutili animazioni flash e uno slogan davvero poetico: Il paese di qualità. Probabilmente chi l'ha inventato voleva evocare il Barbiere di Siviglia, che infatti è anche la melodia scelta come sottofondo del macchinoso e costosissimo sito. Ma a me "Il paese di qualità" fa venire in mente certificazioni aziendali, linee di produzione ed etichette Iso. E poi provate ad estendere lo slogan: "Firenze, la città di qualità" oppure "Raffaello, l'artista di qualità".
45 milioni di euro.

P.s. E' nato un puntualissimo blog che analizza e demolisce criticamente il portale. Titolo e sottotitolo eloquenti: ti.ailati.www
www.italia.it / Fenomenologia e scandalo di un webmostro italiano

2 Comments:

Anonymous Anonimo dice...

Non è neanche originale.

Si stava meglio quando si stava peggio.

http://it.life.dada.net/video/128782/CAROSELLO:-Negroni-(1963)/

PPRBYD

11:16  
Anonymous Lilian dice...

cribbio... praticamente tutti quelli che in Italia lavorano nel campo del web o della grafica sono insorti contro questo sito.

in giro per internet ultimamente non leggo altro che critiche...da non addetta ai lavori non lo trovo così scandaloso, ma se lo dite voi... credo che ci sia persino una petizione rivolta al consiglio dei ministri, da qualche parte.

19:07  

Posta un commento

<< Home